Gran Prix di Jesolo, Giuliana Chiara Filippi incanta nel weekend dei record

Una straordinaria Giuliana Chiara Filippi è il personaggio copertina del fine settimana di Jesolo, teatro della tappa del World Para Athletics Gran Prix. A esaltarsi gli atleti di casa, protagonisti con ben 21 primati italiani che lasciano ben sperare in vista dei due grandi appuntamenti di stagione: i mondiali a Kobe (a maggio) e i Giochi di Parigi.

La Filippi, 18enne trentina dell’Atletica Rotaliana, ha confermato i progressi nelle diverse specialità della categoria T64. Per lei record italiano nel salto in lungo con la misura di 4,81 e nei 200 piani, dove con il tempo di 29″38 migliora il limite nazionale quindici anni dopo il 30″17 di Giuseppina Gargano.
La Filippi, nella giornata di sabato, era riuscita a centrare anche il primato nei 100 in 13″56.

Eccellenti prestazioni anche quelle firmate da Carlo Calcagni (Paralimpico Difesa), che ha completato il tris di migliori prestazioni mondiali con il crono di 30.41 (-2.0) nei 200 metri T72.
All’indomani dei record europei di 100 e 400 metri (con i tempi, rispettivamente, di 15″80 e 1’03″51), il colonnello dell’Esercito si aggiudica anche un altro titolo mondiale militare nella manifestazione valida come prima edizione dei Campionati Mondiali Militari di Para atletica.


Sabato c’era stato l’esordio stagionale di una delle tre “Charlie’s Angels” Monica Contrafatto nei suoi 100 metri T63. Per la siciliana del Sempione 82 crono di 14.80 (+1.9) con vento a favore ma regolare, non lontana dal personale di 14.59. Di nuovo in pedana anche Assunta Legnante (Anthropos), che nel disco F11 ha fatto volare l’attrezzo a 34,85 all’indomani del 13,98 ottenuto nel peso.

Da segnalare anche il record italiano T12 negli 800 metri di Valentina Petrillo (2:31.18, poi 59″91 nei 400), il 40,75 nel disco F11 di Oney Tapia, che poi ha preferito non gareggiare nel peso per un fastidio al piede, e il tris di vittorie iridate militari di Giuseppe Campoccio (Paralimpico Difesa), al successo nel disco (21,67), nel giavellotto (21,21) e nel peso F33 (10,41).


Gli altri primati italiani portano il nome di Nicolas Zani (Gsh Sempione 82) sui 200 (40″58) e 400 T33 (1:15.72), Gianluca Perrella (Elite Academy Bari) con 9,55 nel peso F57Sonia D’Addabbo (Keep Fit), a segno nel peso e nel giavellotto F37 con 6,91 e 13,56, Davide Fiore nei 100 T71 specialità del frame running con il tempo di 23.03, Denny Gomiero (Uoei Treviso) con 13,81 nel giavellotto, 3,29 nel peso e 8,66 nel disco nella categoria F42, Francesca Cavalieri nel giavellotto F33 (Handy Sport Ragusa) con 6,09Chiara D’Amicis (Francesco Francia Bologna) con 4,20 nel peso F40, Rigivan Ganeshamoorthy (Anthropos) nella clava F51 con la misura di 32,56, Simone Caldarera (Polisportiva Contesse Messina) nel lungo T37 con 4,05.

Per informazioni, risultati completi e fotogallery vai su www.fispes.it

Foto d’apertura Bertolini
Foto articolo Mantovani

Potrebbe interessarti anche...

Gli articoli di questo autore

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *